Governo M5S-PD, Zingaretti: “Ci sarà modifica dei decreti Sicurezza”

nicola zingaretti

“Stiamo lavorando con pazienza e serietà per un governo di svolta vera, quello che serve all’Italia” annuncia Nicola Zingaretti alla vigilia del voto sulla piattaforma Rousseau. Martedì 3 settembre 2019 la base del MoVimento 5 Stelle dovrà decidere infatti se approvare o meno l‘accordo di governo con il PD. Sul tavolo anche la modifica dei decreti Sicurezza voluti da Matteo Salvini.

Passo indietro di Di Maio

Luigi Di Maio per facilitare la trattativa ha fatto un passo indietro rinunciando alla carica di vicepremier. “Con Zingaretti e Di Maio abbiamo una grande opportunità per migliorare e cambiare l’Italia, fare il bene del paese, per aprire una stagione riformatrice. E’ una fase cruciale da affrontare con ragionevolezza e determinazione. Abbiamo grandi e buone idee da realizzare per questo paese” assicura quindi il premier incaricato Giuseppe Conte, al termine di una diretta Facebook.

Il segretario del PD spiega invece che l’alleanza con il M5S servirà “per riaccendere i motori dell’economia che nell’ultimo anno si è fermata, per tagliare le tasse sul lavoro e aumentare i salari, investire sulla green economy, sulla scuola e per lo sviluppo economico delle imprese”.

Verso modifica decreti Sicurezza

Per la prima volta inoltre Nicola Zingaretti parla apertamente della “modifica dei decreti sicurezza”, provvedimenti fortemente voluti dalla Lega di Matteo Salvini.

Dovrà essere “un governo che cambi radicalmente quello che abbiamo visto fino a questo momento e faccia cose utili per gli italiani. – chiarisce quindi il leader dei dem – Se si stanno facendo passi in avanti in questa direzione ovviamente siamo contenti e fiduciosi”.