Governo, Marin (fi): Conte non avvocato ma liquidatore italiani

Pol/Bac

Roma, 30 set. (askanews) - "Il presidente del Consiglio oggi si è definito 'il riformatore di tutti gli Italiani'. Solo pochi mesi fa si era invece auto proclamato l'avvocato degli Italiani. Si, delle cause perse. E infatti se si fosse votato gli Italiani, che sono i giudici supremi dell'operato di chi fa politica, di sicuro non avrebbero confermato Conte a Palazzo Chigi". Lo afferma, in una nota, il deputato di Forza Italia Marco Marin.

"Anzi - aggiunge -, l'avrebbero cacciato. Per questo le quattro sinistre hanno fatto un accordo sulle poltrone per dare vita al Conte bis. Ed ora tra nuove tasse, aumento dell'Iva, porti aperti, zero investimenti e assistenzialismo Conte sta mostrando il suo vero volto. Non avvocato e non riformatore, ma solamente liquidatore degli Italiani. Perché questo governo delle quattro sinistre presieduto da Giuseppe Conte porterà purtroppo l'Italia nel baratro".