Governo, Marin (Fi): litigi continui e italiani pagano il conto

Pol/Vlm

Roma, 3 dic. (askanews) - "Questa maggioranza è nata per non far votare gli Italiani e quindi non è mai stata in grado di suonare un unico spartito. Ora però dopo pochi mesi la conflittualità al suo interno è sempre più aperta e manifesta. Il governo delle quattro sinistre non prova neanche più a fingere di avere una linea comune. Le sinistre si muovono in ordine sparso: il Movimento Cinquestelle è in balia delle sue correnti e sempre più distante da Giuseppe Conte; Matteo Renzi cerca solo visibilità picconando i provvedimenti che i suoi stessi ministri invece votano; il PD vive nell'ottica non di governare ma di neutralizzare qualsiasi contraccolpo che lo possa penalizzare in vista delle elezioni regionali dell'Emilia Romagna". Lo afferma, in una nota, Marco Marin, deputato di Forza Italia.

"E per tentare di sopravvivere con i propri elettori si scambiano quotidianamente accuse reciproche cercando così di mettere il silenziatore ai propri imbarazzi. Nascondono cioè la polvere sotto il tappeto invece di affrontare i problemi. Una situazione paradossale, ma soprattutto pericolosa perché se un governo non è in grado di affrontare i problemi questi peggiorano giorno dopo giorno. E il conto lo pagano gli Italiani", conclude.