Governo, Marin (Fi): matrimonio 4 sinistre è finito

Pol/Vlm

Roma, 21 ott. (askanews) - "È passato poco più di un mese da quando le quattro sinistre sono convolate a nozze formando il governo Conte bis e già il loro matrimonio è in crisi. Tutte e quattro le sinistre contestano la manovra divise su tutto: quota 100, partite Iva, tasse e lotta all'evasione. Va detto che spesso quando un matrimonio va in crisi si deve ad un terzo incomodo. E per la verità tra M5S, PD, Leu e IV di possibili terzi incomodi rispetto al premier Conte se ne intravedono più di uno". Così, in una nota, il deputato di Forza Italia Marco Marin.

"Scommetto però - aggiunge - che nessuna delle quattro sinistre avrà la dignità di dire basta. Continueranno cioè a governare a colpi di compromessi al ribasso, ma non si separeranno. Il loro collante, il loro unico obiettivo, la loro ragione sociale è infatti impedire agli Italiani di tornare al voto. Di scegliere cioè da chi essere governati. Perché, come il voto delle prossime elezioni regionali confermerà a breve, gli Italiani vogliono un governo di centrodestra. E soprattutto perché, come la piazza di sabato a Roma ha dimostrato, il centrodestra è pronto a vincere".