Governo, Mattarella: la parola ora compete a governo e Parlamento

Roma, 4 set. (askanews) - "Una volta che si è formato un governo in base alle indicazioni di una maggioranza parlamentare, la parola compete al Parlamento e al governo che si presenterà nei prossimi giorni davanti alle Camere per presentare il programma chiedere la fiducia" del Parlamento. Lo ha detto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, chiudendo idealmente con queste parole, dopo la presentazione da parte del premier Giuseppe Conte della lista dei ministri, la crisi di governo.

"Non sono qui per fare dichiarazioni, ma per salutarvi e ringraziarvi", ha spiegato Mattarella ai giornalisti, perché ora la parola "compete" al governo e al Parlamento.

"Per me - ha concluso - è stato di grande interesse leggere ogni mattina le cronache e le interpretazioni dei fatti dai diversi punti di vista. Questo confronto tra prospettive differenti è prezioso per me e per chiunque. Ancora una volta sottolinea il valore della libera stampa".