Governo Meloni, la promessa di Nordio: "Ci sarà riforma del codice Mussolini"

Nordio
Nordio

Carlo Nordio, il neo ministro della Giustizia del Governo italiano, ha rilasciato un’interessante intervista al noto quotidiano ‘La Repubblica‘ in cui ha fatto una curiosa promessa che coinvolge.. i suoi gatti! Sì, perché Nordio assicura di voler riformare il codice Mussolini e se non lo farà a rimetterci saranno proprio i suoi felini di casa: Rufus e Romeo.

Governo Meloni, la promessa di Nordio: “Ci sarà riforma del codice Mussolini”

Sollecitato dalle domande della giornalista Liana Milella, Carlo Nordio giura di voler riformare prossimamente il codice Mussolini: Riuscirò a riformare il codice penale firmato da Mussolini in senso liberale con la pena proporzionata al crimine secondo la Costituzione” – e poi si concede anche una battuta: – Lo giuro sulla testa dei suoi gatti Rufus e Romeo. E considerando l’affetto che ho per loro ci può credere!”

Nordio e la linea di Meloni: “Siamo per il garantismo”

Restando in tema, poi, Nordio specifica di essere totalmente della stessa linea di Giorgia Meloni per quanto riguarda il garantismo:Siamo entrambi convinti che il garantismo significhi da un lato l’affermazione della presunzione d’innocenza e dall’altro la certezza della pena. Certo, io ho sempre enfatizzato più il primo aspetto, e Fdi il secondo, ma il risultato algebrico è uguale.” Sul decreto anti-rave che tanto ha fatto discutere, invece, afferma: Il diritto di manifestare non c’entra nulla. Qui si parla di invasione arbitraria di terreni ed edifici altrui, per di più con pericoli imminenti. La norma può esser perfezionata, ma a nessuno piacerebbe che così tante persone entrassero senza permesso in casa mettendo a rischio salute e incolumità propria e altrui.”