Governo, Meloni: Mattarella non si faccia notaio patto poltrone

Vep

Roma, 28 ago. (askanews) - "Abbiamo ribadito la nostra posizione chara e semplice: l'unico sbocco possibile della crisi è lo scioglimento delle Camere e il ritorno alle urne. A Mattarella abbiamo chiesto di valutare questa eventualità anche nel caso in cui Pd e M5s intendano procedere nel patto della poltrona. Un governo composto da queste due forze è un inganno per gli elettori, è un governo che vuole aggirare la democrazia, ovvero che qualun altro possa vincere le elezioni, è la cosa più distante dall'articolo 1 della Costituzione secondo il quale la sovranità appartiene al popolo". Lo ha detto Giorgia Meloni al termine dell'incontro della delegazione di Fdi al Quirinale con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella nell'ambito del secondo giro di consultazioni per la formazione del governo.

"Se si andasse alle elezioni ne uscirebbe un governo con un forte mandato popolare capace di durare cinque anni" ha aggiunto ribadendo che "il presidente Mattarella può scegliere di non farsi notaio di questo patto della poltrona", "di questo osceno baratto delle poltrone che si sta consumando".