Governo Meloni, ministeri cambiano nome: il decreto

(Adnkronos) - I ministeri del governo Meloni cambiano ufficialmente nome. Il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto legge che introduce disposizioni urgenti in materia di riordino delle attribuzioni dei ministeri, come spiega la nota conclusiva in cui si spiegano le nuove denominazioni e competenze dei Ministeri interessati dal riordino. Il ministero dello sviluppo economico diventa 'Ministero delle imprese e del made in Italy' e acquisisce la competenza in materia di promozione e valorizzazione del made in Italy in Italia e nel mondo. Il ministero delle politiche agricole alimentari e forestali diviene 'Ministero dell'agricoltura, della sovranità alimentare e forestale' e acquisisce la competenza in materia di tutela della sovranità alimentare.

Il ministero della transizione ecologica è ridenominato 'Ministero dell’ambiente e della sicurezza energetica' e diviene competente in materia di sicurezza energetica mentre il ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili si denomina 'Ministero delle infrastrutture e dei trasporti'. Il ministero dell’istruzione si denomina 'Ministero dell’istruzione e del merito' e si specificano le funzioni spettanti al ministero in materia di valorizzazione del merito.

Il decreto, inoltre, interviene per facilitare l’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza, attraverso alcune modifiche alla disciplina relativa alla governance del PNRR. Infine, sono istituiti il Comitato interministeriale per il made in Italy nel mondo, la Struttura di supporto e tutela dei diritti delle imprese, il Comitato interministeriale per le politiche del mare, con compiti di coordinamento e di definizione degli indirizzi strategici nel settore.