Governo, Miceli (Pd): Sicilia respinge Salvini lo sciacallo

Bac

Roma, 12 ago. (askanews) - "La Sicilia respinge Salvini lo sciacallo. Il ministro in questi due giorni, tra giornalisti che denunciano di essere stati rinchiusi per ore, come a Vittoria, e un enorme spiegamento di forze dell'ordine a spese degli italiani, ha subito contestazioni ovunque, a Catania è dovuto scappare via dopo aver occupato il Municipio per la sua campagna elettorale. Il tour da spiaggia del leader della Lega è stato un clamoroso flop". Lo dichiara il deputato del Partito democratico Carmelo Miceli.

"Non basta aver tolto - prosegue Miceli - la parola Nord dal simbolo della Lega per rifarsi una verginità, anni e anni di insulti ai cittadini meridionali non si dimenticano in una campagna elettorale. Da 'lavali col fuoco' a 'terroni', il Sud non dimentica. Passare dalle manifestazioni 'prima il Nord' a quelle 'prima gli italiani' è stata solo una presa in giro. L'autonomia che Salvini vuole dare alle regioni del Nord, nel giro di soli 3 anni porterà 2,7 miliardi di euro in più al Veneto, alla Lombardia e all'Emilia Romagna e, al contempo, 3,3 miliardi euro in meno alle regioni del mezzogiorno: questi sono i dati della Corte dei Conti. E i cittadini del Sud, giustamente, rispondono con fischi, pernacchie e cori di disapprovazione".