Governo, Migliore: nessuna mozione sfiducia Iv a Bonafede

Tor

Roma, 14 feb. (askanews) - "Noi non abbiamo alzato i toni ma abbiamo mantenuto il punto. Siamo prontissimi a discutere il disegno di legge di riforma del processo penale anche se sulla prescrizione, come abbiamo già detto più volte, siamo in disaccordo". E' quanto afferma ad Affaritaliani.it il deputato di Italia Viva Gennaro Migliore all'indomani del Consiglio dei ministri al quale non hanno partecipato le due ministre renziane. "Consideriamo una forzatura sbagliata il Lodo Conte, ma non vediamo riflessi sul piano della tenuta della maggioranza. L'importante è che venga accettato il verdetto del Parlamento, che è sovrano. Se il provveddimento venisse cambiato, poi non si può sconfessare il Parlamento".

E l'ipotesi di una mozione di sfiducia nei confronti del ministro della Giustizia Alfonso Bonafede? "In questo frangente non vedo una nostra proposta in questo senso. Sarebbe stato un atto inconcepibile da parte del governo se si fosse inserito il Lodo Conte bis nel Milleproroghe con la richiesta di voto di fiducia. Il fatto che ciò non sia accaduto è sicuramente un passo indietro. E infatti noi voteremo ovviamente il Milleproroghe. Evidentemente si sono resi conto dell'enormità della cosa. Non c'è alcuna richiesta da parte di Italia Viva di presentare una mozione di sfiducia nei confronti del ministro Bonafede. Anche perché con tutti i problemi che ci sono oggi - dal surriscaldamento climatico al Coronavirus fino alla decrescita economica - vogliamo occuparci di cantieri da aprire e non di aprire crisi di governo", conclude Migliore.