Governo, Mulè (Fi): da noi opposizione intransigente

Tor

Roma, 30 ago. (askanews) - "Come sempre il presidente Berlusconi indica la strada, segnala le criticità ed individua le politiche urgenti da attuare. La nostra priorità? L'emergenza terremoto, quindi ricostruire e far ripartire le economie di territori abbandonati dallo Stato: il ritardo accumulato "non è da Paesi civili" e i governi precedenti (dal Pd a quello giallo-verde) hanno responsabilità enormi". Lo ha dichiarato Giorgio Mulè, deputato di Forza Italia e portavoce dei gruppi azzurri di Camera e Senato.

"Il prossimo esecutivo, anche se di improbabile coerenza e capacità - ha aggiunto- avrà l'obbligo morale prima che politico di dedicare energie e risorse alle aree terremotate colpite. Non solo, il faro della nostra intransigente opposizione sarà l'interesse degli italiani e del Paese: Sì alle infrastrutture strategiche, Sì a una politica industriale propria di un Paese del G7 per sciogliere nodi ideologici come quelli intorno ad Alitalia, Ilva e Tav, Sì alle priorità reali del Paese. No al poltronificio in atto. L'Italia merita serietà".