Governo, Napoli (Fi): Conte avanti fino a riforma elettorale

Pol/Bac

Roma, 9 set. (askanews) - "La replica del presidente Conte non è stata diversa dal discorso mediocre di questa mattina. Al netto delle provocazioni abilmente indirizzate verso gli alleati di ieri diventati i fieri avversari di oggi, Conte ha svolto un compito che più burocratico non poteva. Che cosa allora tiene insieme Pd e Cinquestelle? È il potere e potere significa la legge elettorale perché è attraverso la legge elettorale che tornerà proporzionale come è stata fino al 1993 che il potere viene distribuito senza possibilità di occuparlo da parte di un partito". Lo afferma in una nota Osvaldo Napoli, deputato di Fi.

"Con la legge proporzionale torna in campo la politica di coalizione, con i suoi trasformismi ma anche, riconosciamolo, con il dovere per un partito di governo - aggiunge - di cercare e trovare la mediazione giusta e il punto di equilibrio nei rapporti con gli alleati".

"Sul tema della legge elettorale il centrodestra è chiamato a confrontarsi senza pregiudizi e senza rivendicare primazie dell'uno contro l'altro. Con il presidente Berlusconi, Forza Italia si è mossa invitando i nostri alleati storici a un tavolo di coordinamento. Con ciò confermando che lo spirito di coalizione è la via giusta per ridare speranza agli italiani preoccupati per la svolta dirigista di questo governo", conclude.