Governo: O.Napoli(Pdl), Berlusconi? Non e' fulmine a ciel sereno

(ASCA) - Roma, 1 mar - ''Silvio Berlusconi getta sulla

vicenda politica lo sguardo lungo proprio di uno statista. Il

via libera al governo Monti e la possibilita', dopo il 2013,

di trasformare in politica l'attuale coalizione di

maggioranza, non sono fulmini a ciel sereno. C'e' una

condizione preliminare perche' queste ipotesi diventino

realta': la stessa coalizione deve metter mano in Parlamento

a progetti di riforma delle istituzioni e della legge

elettorale senza i quali, esaurito il mandato di Monti,la

democrazia italiana tornerebbe a essere claudicante e

asfittica''.

Lo afferma Osvaldo Napoli, vicepresidente dei deputati del

Pdl, che aggiunge: ''Non sono l'esegeta del pensiero di

Berlusconi, ma condivido fino in fondo lo spirito delle sue

argomentazioni. La terapia piu' robusta e indispensabile per

costruire la svolta che gli italiani attendono da decenni e'

in una modernizzazione radicale e netta dell'architettura

statale: si tratta di stabilire chi comanda e sulla base di

quali procedure. Sono i due requisiti che Norberto Bobbio

riteneva indispensabili per valutare la qualita' di un

sistema democratico. Bobbio lo scriveva oltre 25 anni fa.

Oggi siamo ancora fermi a quelle domande: chi comanda? E

sulla base di quali procedure?''.

Ricerca

Le notizie del giorno