Governo, Orfini: Pd non faccia risse e apra percorso rifondativo

Cos

Roma, 11 ago. (askanews) - "Non c'è una soluzione semplice. Possiamo seguire Salvini, accettare l'idea che sia lui col 17 per cento in Parlamento a dettare l'agenda. Se così fosse non potremmo affrontare questo passaggio con le coalizioni create in laboratorio. Si apra subito un percorso rifondativo che porti a presentare alle elezioni un'unica lista, incubatore del nuovo soggetto politico del centrosinistra. Un anno fa proposi di sciogliere e rifondare il Pd. Mettiamolo oggi a disposizione di un nuovo percorso politico e facciamolo nel fuoco di una durissima battaglia. E siano le primarie fondative di questa lista a scegliere chi la guiderà". Così su Facebook Matteo Orfini, deputato Pd.

"L'alternativa è costruire un governo che dica no a Salvini. E che abbia nella sua maggioranza anche chi è esattamente come Salvini, anche se oggi lo attacca strumentalmente. In un caso del genere conta molto il merito dell'agenda. Non si può aprire alla riduzione del numero dei parlamentari come ha fatto Renzi, senza come minimo fissare paletti su una legge elettorale proporzionale, una stabilità che deve essere espansiva e la revoca dei due osceni decreti sicurezza", aggiunge.

"Non è di Renzi che dobbiamo parlare, né di Zingaretti, né delle divisioni del Pd. Ma delle conseguenze della nostra scelta sul futuro della democrazia italiana", conclude.