Governo, Padoan(Pd): quota 100 va lasciata morire alla scadenza

Tor

Roma, 31 ago. (askanews) - "Il mio giudizio su quota 100 è stato e rimane molto negativo. Contrariamente a quanto veniva fatto credere non è un meccanismo che crea più occupazione, anzi riduce i posti di lavoro,ed èmolto costoso. L'ipotesi di non cancellare quota 100 e lasciarla morire alla sua scadenza naturale, darebbe una importante stabilità al programma di governo".

Lo dichiara a la Stampa l'ex ministro dell'Economia e oggi parlamentare Pd, Pier Carlo Padoan, convinto che "è indispensabile che ci sia un accordo su una visione di lungo termine da parte dei partiti di maggioranza di questo nuovo governo, perché di questo il Paese ha bisogn: una visione strategica basata sulla crescita sostenibile, verde e inclusiva".

"Su questo - assicura l'ex ministro- sono abbastanza fiducioso che ci sia identità di vedute. Poi, come noto, il diavolo è nei dettagli. Per ora, però, le delegazioni ufficiali dei partiti a quel che so stanno lavorando di buona lena sul programmada condividere".

Quanto infine al reddito di cittadinanza, "penso ancora - afferma ancora Padoan. che sia uno strumento che vuole conciliare troppe cose diverse come l'assistenza ai più deboli e la ricerca attiva del lavoro: due cose collegate e necessarie per una crescita inclusiva e per aumentare l'occupazione, speciequella femminile. Immagino che si dovrà discutere di altre misure specifiche. Ma questo lo vedremo quando ci sarà il programma".