Governo, per i sottosegretari possibile rinvio di una settimana

Milano, 12 set. (askanews) - Fumata nera sulla nomina dei sottosegretari del nuovo governo Pd-5S; si profila, infatti, un possibile rinvio di qualche giorno.

"A meno di miracoli si va alla settimana prossima", avrebbe confidato una fonte di governo pentastellata, suffragata dai rumors degli ambienti Dem secondo cui lo slittamento "è molto probabile".

Sui numeri l'accordo è stato sostanzialmente raggiunto. Ci sono 42 posti: 22 dovrebbero essere appannaggio del M5s, 18 o 19 del Pd e 1 o 2 di Leu, però ora bisogna riempire le caselle con i nomi.

Tra i pentastellati il capo politico del Movimento e neo ministro degli Esteri, Luigi Di Maio ha ricevuto la lista con le 'rose' dei candidati a riempire ogni posto e ora deve scegliere.

Nel Pd l'accordo tra le anime interne sarebbe stato sostanzialmente trovato. Una volta concluso l'iter interno dei pentastellati c'è da trovare una sintesi di tutta la maggioranza.

Di Maio ha incontrato Giuseppe Conte per parlare di migranti e non è escluso che i due abbiano avuto uno scambio di opinione sulla questione sottosegretari, che il premier avrebbe voluto chiudere al più presto. Ma il rinvio sembra ormai l'opzione più probabile.