Governo: Pini (Pd), 'non è maschi contro femmine, occorre ridiscutere tutto in Direzione'

·1 minuto per la lettura
Governo: Pini (Pd), 'non è maschi contro femmine, occorre ridiscutere tutto in Direzione'
Governo: Pini (Pd), 'non è maschi contro femmine, occorre ridiscutere tutto in Direzione'

Roma, 16 feb (Adnkronos) – "La questione dei Ministri del @pdnetwork sta prendendo una piega che non mi piace. Questa non è una guerra di maschi contro femmine e nessuno critica le persone scelte solo “in quanto uomini”. Così come il problema non si risolve mettendo nei posti di “vice” delle donne solo “in quanto donne”". Lo scrive Giuditta Pini, deputata del Pd, in una conversazione su Twitter.

"Non è una questione di quote: il problema è più complesso e merita una discussione seria e ponderata all’interno del nostro partito. Si tratta di un problema di rappresentanza, di rappresentatività e di come scegliamo chi va a ricoprire incarichi di Governo. Le persone scelte sono uomini, etero, ultra-cinquantenni del nord. Se aggiungessi “centro-nord” avremmo l'identikit dell'establishment del Pd", aggiunge la Pini.

"Le donne, le persone non bianche, i giovani, il sud, non hanno trovato chi li rappresenti all’interno del Partito Democratico nemmeno stavolta. E non basterà spartirsi qualche incarico per placare la sacrosanta rabbia del nostro elettorato -prosegue-. Perché sono anni che diciamo il contrario di quello che facciamo e che pensiamo di risolvere ogni cosa col manuale Cencelli. Se non sradichiamo questo meccanismo, se non agiamo con decisione ora, saremo condannati a essere sempre più marginali, fino a scomparire. Il luogo in cui discuterne è la Direzione Nazionale. E prima di allora nessuno dovrebbe accettare incarichi di sottogoverno. Né uomo, né donna. Perché qui occorre ridiscutere tutto".