**Governo: pressing M5S su superministero green, in pole Giovannini** (2)

·1 minuto per la lettura
**Governo: pressing M5S su superministero green, in pole Giovannini** (2)
**Governo: pressing M5S su superministero green, in pole Giovannini** (2)

(Adnkronos) – Per quanto riguarda Forza Italia i nomi 'papabili' sono quelli di Anna Maria Bernini, Mariastella Gelmini e Antonio Tajani. Per la Lega – nel caso in cui non dovessero entrare i leader, quindi Matteo Salvini per il Carroccio- in pole c'è Giancarlo Giorgetti seguito da Riccardo Molinari, Massimo Garavaglia, Erika Stefani e Giulia Bongiorno. Per Italia Viva viene confermato che la prima indicazione sarebbe quella di Teresa Bellanova. Mentre per i gruppi minori, sulla rampa di lancio Emma Bonino, molto stimata dall'ex numero uno della Bce.

Per la 'quota' Draghi di tecnici si confermano le indiscrezioni su Daniele Franco, direttore generale di Bankitalia e già ragioniere dello Stato, per il Mef (anche se si fanno anche i nomi di Ernesto Maria Ruffini e di Lucrezia Reichlin, ma chissà che alla fine non resista Roberto Gualtieri) e quelle sulla ex-presidente della Corte Costituzionale, Marta Cartabia, per la Giustizia. Per continuità potrebbe restare al Viminale Luciana Lamorgese, unico 'tecnico' del Conte 2. Per la sanità, nel caso in cui Speranza non dovesse entrare, potrebbe esserci Rocco Bellantone, direttore del governo clinico del Gemelli e preside della Facoltà di Medicina della Cattolica di Roma. In corsa anche la rettrice della Sapienza, Antonella Polimeni, ma il suo nome gira anche per la casella dell'Istruzione.

Per gli Esteri – se Di Maio non dovesse essere confermato – si fanno i nomi di Elisabetta Belloni, segretario generale del ministero degli Esteri, e Marta Dassù. Se invece la Farnesina fosse fuori dai giochi, per la Belloni si ipotizza anche la delega ai Servizi, visto che la caduta del Conte 2 ha bloccato la nomina di Pietro Benassi.