Governo proporrà estensione decreto armi a Ucraina per 2023 - Crosetto a stampa

Il neoministro della Difesa italiano Guido Crosetto durante la cerimonia di giuramento al Quirinale, a Roma

MILANO (Reuters) - Il governo italiano proporrà al Parlamento di rinnovare la legge sulle forniture di armi all'Ucraina a tutto il 2023.

Lo ha detto il ministro della Difesa Guido Crosetto in un'intervista al quotidiano Il Foglio.

"A dicembre scade la legge quadro che ha consentito all'Italia di dare aiuto all'Ucraina, con forniture sia civili sia militari", ha ricordato Crosetto.

"La Difesa proporrà a breve di rinnovare quello stesso provvedimento estendendolo a tutto il 2023", ha aggiunto.

Crosetto ha spiegato che proporrà formalmente a livello Ue l'esclusione delle spese per gli investimenti della Difesa dal computo del deficit nell'ambito del Patto di stabilità.

"Ne ho parlato coi colleghi ministri della Difesa, mi sono confrontato al riguardo anche col commissario Paolo Gentiloni. Spero che pure Giancarlo Giorgetti, dal Mef, sollevi il tema. Alcuni paesi, ma non vi dirò quali, effettivamente si sono mostrati molto favorevoli", dice.

Il ministro ha quindi ribadito che la strategia del governo sulle spese militari è quella di perseguire l'obiettivo del 2% in rapporto al Pil, con gradualità e in modo compatibile con le necessità di equilibrio della finanza pubblica.

(Andrea Mandalà, editing Sabina Suzzi)