Governo, Rampelli: si vada al voto, Lega-Fdi possono governare

Bac

Roma, 13 ago. (askanews) - "Se la crisi si è aperta ad agosto si deve chiudere ad agosto. La spaccatura tra Lega e 5 stelle non si è manifestata su temi di coscienza o bioetica ma sulla Tav, sulla modernizzazione dell'Italia, argomenti strategici sui quali il ministro Toninelli è stato più volte contestato". Lo ha detto Fabio Rampelli di Fdi a Omnibus su La7.

"L'Italia dei sì e quella dei no - aggiunge - hanno violentemente ricominciato a litigare. Resta l'amarezza di una crisi agostana che impedisce all'opinione pubblica di essere compiutamente informata. È come quando Comuni approvano i piani regolatori ad agosto: c'è qualcosa che non va. I cittadini, le categorie produttive, i sindacati devono sapere e partecipare. Noi ci auguriamo che si possa andare a votare senza le stucchevoli intelligenze estranee alla democrazia che suggeriscono dai salotti quello che bisogna fare. Le elezioni europee hanno dimostrato che esiste una maggioranza bulgara del centrodestra e Zingaretti dovrebbe piantarla di dipingerla come un 'rischio'. Governiamo già la maggior parte delle regioni italiane ed è evidente che non rappresentiamo un pericolo per nessuno", conclude.