Governo: Renzi, 'Draghi benedizione per Italia, Quirinale? Ne parliamo a gennaio'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 19 nov. (Adnkronos) – "L’importante è proteggere il premier: la polemica non deve coinvolgere Draghi, che sta salvando l’Italia. Anche per questo sbaglia chi pensa di inchiodarlo a un tavolo politico come ha proposto Letta". Lo dice Matteo Renzi ad HuffPost. "Draghi è una benedizione per l’Italia credo che debba avere un futuro nelle istituzioni italiane o europee, secondo quello che vorrà fare. Ne parliamo a gennaio, non adesso".

Se Draghi va al Colle, lei dà così per scontato il voto? Come suo primo atto scioglie le Camere? "Il rischio elezioni c’è con qualsiasi presidente. Se il Parlamento si sfilaccia, infatti, si vota. L’ha vista la destra? Si sta schiacciando su posizioni sovraniste, Salvini non fa l’operazione Ppe per non dare spazio a Meloni, Meloni litiga con Le Pen perché la considera troppo moderata, e non so se mi spiego. Tirano a votare, Letta e Conte glielo ho detto. Bisognerebbe pensare all’obbligo vaccinale, alla ripresa economica, al Pnrr. E invece questi stanno già facendo le liste".

E lei cosa pensa? Sta girando attorno alla domanda su Draghi: deve arrivare al 2023? "Si metta l’anima in pace, non partecipo al gioco. Io penso che la priorità sarebbe pensare all’Italia e all’Europa, ma se i quattro partiti più grandi hanno deciso di andare a votare noi dobbiamo essere pronti. Io sono già in modalità da combattimento, come sente dal tono della voce e come vedrà chi viene in Leopolda".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli