Governo: Renzi, 'legittimo M5S non voti fiducia ma ministri si dimettano'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 14 lug. (Adnkronos) – "I dibattito di queste ore ha preso una piega totalmente diverso in merito al provvedimento sul quale Iv voterà a favore. Ma la situazione che si è creata pone l'esigenza di lanciare un appello da quest'aula al premier Mario Draghi". Così Matteo Renzi intervenendo in dichiarazione di voto sulla fiducia al dl Aiuti al Senato.

"Non è stato serio il dibattito di queste ore. Io qui dentro ho il dovere di dire che se uno apre una crisi in un momento di difficoltà può farlo. Quindi se i colleghi M5S hanno deciso di non votare la fiducia è legittimo e non è accettabile chi dice 'non si apre una crisi in un momento di difficoltà'. Ma se si decide di non votare la fiducia, si firma la lettera di dimissioni di ministri e sottosegretari".

"E' ridicolo che il ministro D'Incà abbia appena chiesto al fiducia a nome del governo mentre il gruppo" si appresta a non votare la fiducia. "C'è un limite alla decenza".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli