Governo Draghi, Salvini: "Dico sì a Europa del benessere"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·2 minuto per la lettura

''La Lega sarà al suo fianco per ricostruire questo Paese''. Così Matteo Salvini al temine del suo intervento al Senato poco prima del voto di fiducia al governo Draghi. ''L'Europa è casa nostra, l'Europa che vogliamo è quella del benessere, della crescita, ma non quella dell'austerità, dei tagli alle scuole e agli ospedali, dei vincoli di bilancio...Noi vogliamo dare più forza all'Italia in Europa'', ha sottolineato.

"De Gasperi nel '48 diceva che la civiltà occidentale va difesa ad ogni costo. Siamo con lei nella difesa dei valori e dei diritti della società occidentale a prescindere da tutto e tutti...', ha aggiunto allora.

"La fiducia al governo da parte della Lega, il primo partito, significa dare più forza all'Italia in Europa. Se garantisce salute e lavoro, viva l'Europa. Se impone disoccupazione e chiusure, e sbaglia a ordinare i vaccini, criticarla non è un diritto ma un dovere di ogni cittadino di questo Paese'', ha detto ancora il leader del Carroccio che parla anche della Tav: ''Lunedì sarò a visitare il cantiere della Tav a Chiomonte, perché la Tav ce la chiede l'Europa e s'ha da fare...''. "Ringrazio Draghi. Per la Lega sentir parlare di un cambio di passo sugli immigrati, è una cosa che ci riempie di gioia e orgoglio e per questo la Lega sarà al suo fianco...'', ha affermato ancora Salvini prima di ringraziare Draghi: "Noi ci siamo. Rispetto alla compravendita di senatori di un mese fa, lei ha riportato serietà, è un suo primo risultato...''.

''Sicuramente lei sarà d'accordo con noi sull'esigenza da parte del ministero della Salute di evitare presenze televisive orarie e quotidiane di virologi in cerca di fama che terrorizzano il popolo italiano. Non ne possiamo più...'', ha aggiunto poi Salvini concludendo: "Non vediamo il senatore Ciampolillo ma tanto ha tempo per arrivare in Aula prima del fischio finale...''.