Governo, Salvini: se M5S dicono altri tre no cambia tutto

Dmo

Roma, 18 lug. (askanews) - "Io non credo alle finestre e non credo che restino solo due o tre giorni. Dieci? Neanche, non è così stretta. Poi c'è l'autonomia, la riforma della giustizia, la manovra. Con questi tre passi vado avanti, con tre no cambia tutto", così il ministro degli Interni e vicepremier Matteo Salvini in un'intervista al Corriere della Sera sulla tenuta con gli alleati del M5S.

Cade il governo? "È una scelta dei 5 Stelle, le cose o si fanno o non si fanno. Mi auguro che il loro voto a Merkel e Macron non significhi una manovra alla Monti. Il buongiorno si vede dal mattino e io non so se Ursula von der Leyen sta lì che aspetta di fare crescere l'Italia. Fra qualche mese chiederemo conto a chi l'ha votata, perché avremmo potuto cambiare la storia". Ma "certo, se questi vanno avanti a far così... e Salvini batte le mani tre volte, come a dire che "è finita".