Governo, Stefania Craxi: Pd-M5S sono minoranza nel Paese

Red/Nav

Roma, 8 set. (askanews) - "Non può stupire se già le prime indagini demoscopiche restituiscono la fotografia di un Governo largamente minoritario nel Paese e non solo perché, numericamente, sono minoranza i suoi azionisti". Così afferma in una nota Stefania Craxi, senatore di Forza Italia e Vicepresidente della Commissione Affari esteri.

"Infatti, dopo un quarto di secolo di bi-polarimo maggioritario coatto a Costituzione invariata, è difficile non cogliere in questa ennesima crisi le contraddizioni del nostro sistema politico e istituzionale e l'opportunismo stridente di certo PD, che ha affondato nella retorica maggioritaria la sue radici, pur rifiutando sempre riforme costituzionali conseguenti, per riscoprirsi alla bisogna cultore di quel 'cretinismo parlamentare' per cui, come diceva Engels, 'qualsiasi cosa accada fuori delle pareti di questo edificio, non conta nulla'".

Insomma - a parere della Craxi - "senza una vera riforma del sistema, cari amici, non basterà evocare lo spettro dell'uomo nero, varare una legge proporzionale e fare improbe alleanze per assicurarsi centralità e governo. Si è maggioranza anche se lo si è sui temi e i contenuti, se si interpreta bisogni e speranze, poiché non si governa né bene né a lungo se si è minoranza nel Paese".