Governo: Tabacci, 'se sarà voto, c.sinistra si presenti con Draghi candidato premier'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 19 lug. (Adnkronos) – "Se si andasse a votare, il centrosinistra dovrebbe presentarsi con una larga coalizione dichiarando fin da subito che, se vincesse, l'unico premier possibile sarebbe Mario Draghi". Lo dice Bruno Tabacci alla 'Stampa'.

"Ci vorrebbe uno schieramento ampio di centrosinistra, che si ispiri ai progressisti, agli ambientalisti, alle forze più responsabili del Paese – ben rappresentate dall'appello dei sindaci – e che guardi all'asse atlantico come punto di equilibrio dell'assetto mondiale. Con in cima al programma l'attuazione del Pnrr, una grande sfida che ci tiene impegnati per quattro dei cinque anni della prossima legislatura. E questo schieramento dovrebbe sottoporre agli elettori l'impegno che se vincerà proporrà a Mattarella come premier Mario Draghi", spiega il sottosegretario alla presidenza del Consiglio.

"Si tratta di organizzare una coalizione ampia, senza il partito di Conte, con la forza di Di Maio e una parte rilevante di quella storia del Movimento; con i partiti di area progressista e con le forze che ambiscono a superare lo sbarramento al 3% di questa legge elettorale. E perché no, se convinti, anche alcuni ministri del centrodestra – o chi ne sia già uscito come Toti – non attratti dal rapporto con Salvini, che si considerano draghiani a pieni carati", dice ancora Tabacci.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli