**Governo: timori per tenuta M5S, nasce intergruppo ma malumori tra dem**

·1 minuto per la lettura
**Governo: timori per tenuta M5S, nasce intergruppo ma malumori tra dem**
**Governo: timori per tenuta M5S, nasce intergruppo ma malumori tra dem**

Roma, 16 feb. (Adnkronos) – Una mossa per tenere i 5 Stelle. Per compattare il gruppo alla vigilia di un passaggio delicatissimo domani a palazzo Madama per i senatori pentastellati alla prova del voto di fiducia al governo Mario Draghi. Per limitare il potenziale dissenso ed evitare soprattutto che ai possibili voti contrari si sommi la terza via, quella indicata da Davide Casaleggio, ovvero l'astensione. Di qui l'iniziativa a sorpresa di oggi pomeriggio: la costituzione dell'intergruppo parlamentare M5S, Pd e Leu.

Un'iniziativa, a quanto si apprende, che sarebbe stata concordata in corsa tra gli azionisti della vecchia maggioranza giallorossa proprio per sminare il voto di domani. Nel pomeriggio nell'assemblea del gruppo Pd il capogruppo Andrea Marcucci aveva annunciato che sarebbero state individuate "forme di collegamento con i partiti della vecchia maggioranza anche durante il governo Draghi". Contestualmente il presidente dei senatore 5 Stelle, Ettore Licheri, informava i suoi via chat annunciando la possibilità, a stretto giro, di un documento per sancire la continuità dell’esperienza politica portata avanti nel governo Conte 2.

Una comunicazione a cui è poi succeduta una nota formale sottoscritta da Marcucci, Licheri e Loredana De Petris di Leu per annunciare la nascita dell'intergruppo. Il primo a commentare è l'ex-premier Giuseppe Conte: iniziativa "giusta e opportuna", la definisce, perchè "le forze che hanno già proficuamente lavorato insieme devono nutrire la loro visione democratica e solidaristica con proposte concrete e con traiettorie riformatrici ben chiare, in modo da alimentare questo patrimonio comune e da affinare una condivisione di intenti e di obiettivi". E sottolinea: "È questo il modo migliore per affrontare il voto di fiducia al nuovo governo che si preannuncia già domani in Parlamento".