**Governo: tra conferme e new entry, parte corsa sottosegretari** (4)

·1 minuto per la lettura
**Governo: tra conferme e new entry, parte corsa sottosegretari** (4)
**Governo: tra conferme e new entry, parte corsa sottosegretari** (4)

(Adnkronos) – Il vice capogruppo al Senato Andrea Cioffi, tra i riottosi al governo Draghi, potrebbe andare al ministero dello Sviluppo economico guidato da Giancarlo Giorgetti, anche nel tentativo disperato di frenare il dissenso interno. Non è da escludere poi qualche new entry: tra i nomi che rimbalzano c'è quello di Luca Carabetta, giovane deputato tra i nomi indicati da Capital tra gli under 40 più impegnati per un futuro migliore. Per lui potrebbe aprirsi uno spazio al ministero dell'Innovazione tecnologica e la transizione digitale capitanato da Vittorio Colao.

Ma passiamo alle new entry di governo. A parte Lega e Fi, ritornate in maggioranza con la formula dell'unità nazionale (tranne Fdi, rimasta all'opposizione), potrebbe esserci un incarico anche per un rappresentante dei cosiddetti 'piccoli' della coalizione guidata da Matteo Salvini, ovvero le forze centriste Udc, Noi per l'Italia e Cambiamo di Giovanni Toti.

Raccontano che dovrebbe valere la regola secondo la quale i partiti che nei ministeri avevano due rappresentanti di sottogoverno, dovranno cederne uno ai nuovi partner Lega e Forza Italia, appunto. Per ora girano solo indiscrezioni e non è escluso che Draghi, come per la lista dei ministri, imporrà la massima riservatezza sulle trattative in corso.