Governo, Trizzino: Pd punta su ciò che divide, andiamo a sbattere

Pol/Vep

Roma, 18 nov. (askanews) - "Per chi si è speso e si spende, dentro il Movimento, nel rispetto delle regole interne, per un accordo organico con gli attuali alleati di Governo, le conclusioni dell'assemblea del Pd lasciano profondamente perplessi. Infatti, invece di ricercare le tante cose che uniscono in questo momento delicatissimo per il Paese, l'assise del Pd ha rilanciato su tutto ciò che divide!". Lo afferma Giorgio Trizzino (M5S), deputato del Movimento 5 Stelle.

"E così, invece di avviare una riflessione di spessore sul posizionamento produttivo del Paese (alla luce delle drammatiche crisi che non riguardano solo l'Alitalia e l'Ilva), su come riformare il capitalismo finanziario che non crea sviluppo ma solo crescenti disuguaglianze, il PD punta sui temi dei cosiddetti 'diritti civili', che meritano rispetto e considerazione ma che, pur rientrando tra le nostre priorità, in questa fase vengono dopo le emergenze dell'ex Ilva e del maltempo".

"Serve dunque chiarezza! Se si vogliono le elezioni per puro calcolo elettorale nonostante il rischio di consegnare il Paese alla Lega, si abbia il coraggio dirlo e di assumersene la responsabilità. Se invece si vuole il bene del Paese, si apra un tavolo per costruire le alleanze territoriali ed elaborare un programma serio di riforme sociali ed economiche a partire dal rilancio del Mezzogiorno. Ad Andrea Orlando vorrei dire di stare sereno perché noi del M5S non solo pensiamo contemporaneamente due cose nello stesso giorno ma ne facciamo contemporaneamente molte di più", conclude.