Governo, Urso: "Non faremo scostamenti di bilancio"

(Adnkronos) - "Noi non faremo scostamenti di bilancio, non certamente per queste iniziative che comunque sono congiunturali". Lo ha affermato Adolfo Urso, ministro per le Imprese e il Made in Italy, ad 'Agorà' su Raitre.

"Uno dei primi atti del nuovo governo sarà quello di regolare meglio la norma sugli extra profitti per cui lo Stato pensava di poter ricavare 10 miliardi mentre se ne è ricavato 1; noi la faremo meglio perché da quelle risorse si potrà attingere per soccorrere famiglie e imprese" alle prese con la crisi energetica, ha poi aggiunto il ministro intervenendo al 'Salone della Giustizia'.

Quella sulla norma relativa agli extra-profitti è "una misura congiunturale e emergenziale in attesa che l'Europa realizzi misure più strutturali" su cui pero' "ancora siamo a livello di intenzioni, ed è già importante quello che è stato detto visto che ha prodotto di fatto" la riduzione del prezzo del gas, tuttavia le misure "vanno realizzate".

I problemi infatti vanno risolti, sottolinea Urso: "Noi dobbiamo fare dell'Italia l'hub energetico dell'Europa attraverso altri gasdotti come quello che dovrebbe potersi realizzare nei mari prospicienti Israele, l'Egitto e Cipro tra l'altro con pozzi che sono dell'Eni, ma anche con la realizzazione di rigassificatori non solo galleggianti emergenziali ma stabili, già programmati ma mai realizzati". Bisogna poi pensare "a nuove trivellazioni nel mare Adriatico centrale".

Il ministero delle Imprese e del Made in Italy cambia nome rispetto a ministero dello Sviluppo economico perché "cambia la mission, perché vogliamo mettere al centro dell'azione l'impresa e non il contesto in cui agisce, quindi le persone, i commercianti, gli artigiani e le imprese e coloro che collaborano con loro", ha poi spiegato il neo ministro. "Per il made in Italy questa evidenziatura è dovuta - spiega - al fatto che siamo consapevoli che nel mondo il prodotto italiano è riconosciuto come un prodotto di eccellenza, che esiste a livello globale ed è apprezzato e conosciuto sia in occidente che in oriente".