Governo,Zingaretti:basta odio e rancore,dare voce a Italia bella

Gal

Roma, 28 ago. (askanews) - "In tempi complicati sottrarci alla responsabilità e al coraggio di tentare è l'unica cosa che non vogliamo e non possiamo permetterci. Vogliamo mettere fine alla stagione dell'odio, del rancore e della paura. C'è un'Italia che studia, lavora, che produce, che si mette alla prova giorno dopo giorno, è l'Italia bella a cui vogliamo dare voce, l'Italia bella che sconfigge la paura con la speranza, il rancore con la comprensione, l'odio con la concordia e la condivisione". Lo ha detto il segretario del Pd Nicola Zingaretti, al termine delle consultazioni al Quirinale.

Zingaretti ha parlato dell'esigenza ora "di costruire un govenro di svolta e discontinuità per il paese" di "dare inizio a una nuova stagione politica, civile e sociale, con un nuovo governo che convinca gli italiani che le difficoltà ci sono ma possono essere superate con l'impegno comune di tutti".

Un "governo per i ragazzi che tornano a scuola o all'università, per i diplomati e i laureati che non siamo riusciti a trattenere in Italia garantendo loro il diritto al futuro - ha proseguito il leader del Pd - Un governo che investa nelle imprese, per la crescita fondata sulla legalità e un nuovo modello di sviluppo verde e che abbracci una chiara discontinuità delle scelte economiche in chiave redistributiva. Amiamo l'Italia e crediamo valga la pena tentare questa esperienza".