Governo, Zingaretti: modello con due vicepremier non c'è più

Lsa

Roma, 28 ago. (askanews) - "Oggi, dopo la stagione consumata con la crisi voluta dalla Lega, Giuseppe Conte sarà il candidato Presidente indicato dai 5 Stelle per la guida di un Governo fondato su un impianto e un programma diversi. Noi riconosciamo in questa scelta l'autonoma decisione del partito di maggioranza relativa in questa legislatura. Con questa volontà il M5S, ed è legittimo, rivendica la Presidenza del Governo. Ha rifiutato altre ipotesi". Con queste parole il segretario dem, Luigi Zingaretti, ha illustrato alla Direzione le ragioni che hanno portato il Pd ad aprire al nome di Giuseppe Conte senza "spezzare dal principio il filo del dialogo".

"In questa scelta è inciso il superamento di un modello sul quale si fondava il vecchio Governo. Una figura condivisa e due vice espressione dei due partiti della coalizione. Questo modello non c'è più".