Gozi: contro di me accuse grottesche e ridicole

Tor

Roma, 1 ago. (askanews) - "Le accuse che mi sono state rivolte sono grottesche e ridicole, perché nel 2019, nell'Unione europea, minacciare la revoca della cittadinanza per motivi politici è qualcosa di assolutamente inaspettato". Lo ha detto Sandro Gozi in un'intervista al Tg2.

"Non capisco - continua Gozi - come attaccherei gli interessi nazionali. Io pensavo che l'Italia sarebbe stata orgogliosa che un connazionale viene a fare il consigliere del governo francese e a ragionare sul futuro dell'Unione. Perché io da consigliere devo proporre delle riforme per l'Ue. E' un vantaggio anche per l'Italia".

E sul nuovo incarico, Gozi precisa che "sono consigliere presso il primo ministro, devo occuparmi dell'avvio del Parlamento europeo, dove siederò quando la Brexit avverrà, e devo fare delle proposte per la riforma dell'Unione europea. Quello che ho fatto a Bruxelles, quello che ho sempre fatto come esperto di politica europea".