Gozi: la cittadinanza non me l'hanno tolta, scemenze del passato

Dmo/Red

Roma, 19 set. (askanews) - "La cittadinanza non me l'hanno tolta, per fortuna il vecchio governo è caduto, il nuovo governo non l'ha messa come priorità quindi dovrei conservare la mia cittadinanza. Menomale che queste scemenze appartengono al passato" ha scherzato Sandro Gozi, responsabile degli Affari Europei per il governo francese, intervenendo ai microfoni della trasmissione "L'Italia s'è desta", condotta dal direttore Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus.

"Io sono consigliere di Macron, mi occupo di politica europea, stiamo lavorando con Ursula Von Der Layen per cambiare l'Europa, un'Europa verde, un'Europa degli investimenti, stiamo dando il nostro contributo per cambiare le cose. E' un momento molto entusiasmante, molto intenso, per spingere l'Europa a cambiare marcia. Occorre un'Europa più forte e sovrana, un'Europa che investa di più sull'ecologia e sul digitale. Un'Europa che si assuma le proprie responsabilità, nel Mediterraneo rispetto all'Africa. Va riformato Schengen e serve un diritto d'asilo comune. I sovranisti hanno ragione quando dicono: riprendiamoci il controllo, la risposta però è sbagliata perché loro vogliono tornare a politiche nazionalistiche e chiudere le frontiere. Il punto è come riprendiamo il controllo. La ripresa del controllo è costruire un'Europa sovrana, per questo dico sempre che i veri sovranisti siamo noi pro-europei".(Segue)