Gp Abu Dhabi, focus sulla gestione delle ruote posteriori

YAS MARINA (EMIRATI ARABI) (ITALPRESS) – Pirelli ha selezionato per il Gran Premio di Abu Dhabi la gamma di mescole più morbida: C3 per P Zero White hard, C4 per P Zero Yellow medium e C5 per P Zero Red soft. Le caratteristiche del tracciato non sono particolarmente impegnative per gli pneumatici. L’asfalto è poco abrasivo, ragione per cui è possibile utilizzare i set più morbidi. Domenica si dovrà però fare attenzione alle temperature perchè la gara si conclude di sera, quando la colonnina del mercurio si abbassa.
Yas Marina è un circuito composto da alcuni tratti veloci e sedici curve. Riveste dunque una particolare importanza l’aerodinamica, aspetto chiave per garantire una buona prestazione delle vetture e una gestione ottimale degli pneumatici. Nel 2021 i team hanno utilizzato strategie differenti. Max Verstappen ha vinto il suo primo titolo mondiale con tre soste, montando P Zero Red soft durante un intervento della safety car a cinque giri dalla bandiera a scacchi. Il Gran Premio di Abu Dhabi è l’ultima gara del campionato ma i team si tratterranno negli Emirati Arabi per una giornata di test in cui proveranno i pneumatici per la stagione 2023, perfezionati grazie ai test in pista svolti in America e Messico. “Abu Dhabi conclude a buon titolo una stagione sicuramente emozionante – sottolinea Mario Isola, direttore Motorsport Pirelli – Le curve e i rettifili di Yas Marina, grazie alle modifiche realizzate l’anno scorso, hanno velocizzato la pista, bilanciando le forze longitudinali e laterali sugli pneumatici, prima messi maggiormente alla prova da trazioni e frenate. Nonostante le modifiche al circuito, l’attenzione sarà focalizzata sulla gestione delle ruote posteriori al fine di garantire la migliore trazione per gli stint lunghi. Ad Abu Dhabi martedì le squadre potranno provare i pneumatici 2023 in un’intera giornata di test dove saranno i team stessi a decidere il run plan con piloti titolari e young driver”.
Abu Dhabi ospita anche l’ultima tappa del campionato di Formula 2 di quest’anno, due mesi dopo il penultimo appuntamento in Italia. Felipe Drugovich di MP Motorsport si è già assicurato il titolo piloti ma il campionato costruttori e molte altre posizioni nella classifica finale sono ancora da decidere. Pirelli, come per il precedente weekend di gara a Monza, ha nominato per il finale di stagione la P Zero Yellow medium e la P Zero Red soft. Ogni pilota ha cinque set di pneumatici da asciutto (tre Medium e due Soft) da utilizzare nel fine settimana. La sprint race di 23 giri è in programma sabato pomeriggio alle 16:20, prima della gara di 33 giri di domenica che si correrà invece alle 13.
– foto ufficio stampa Pirelli –
(ITALPRESS).