Grace Kelly: il matrimonio, il tragico incidente e la morte

grace kelly indidente

La meravigliosa Grace Kelly ha vissuto il sogno di ogni ragazzina. Dopo una sfavillante carriera d’attrice, ha scelto di abbandonare il cinema per seguire l’amore. Si è sposata con il principe Ranieri III di Monaco diventando una principessa. Icona di stile e di eleganza, viene considerata ancora oggi come una delle più belle donne della storia del cinema.

Grace Kelly: il matrimonio da favola

Grace Kelly conosce il futuro marito Ranieri III di Monaco nel maggio del 1955 in occasione di un viaggio in Costa Azzurra; la giovane attrice, prossima a girare il suo terzo film con il geniale Alfred Hitchcock, si reca a Palazzo Reale per un servizio fotografico e la scintilla scocca nel corso del fugace incontro sul set. Grace e Ranieri intrattengono lunghi rapporti epistolari, ma l’uomo, in occasione delle successive festività natalizie, si reca a Philadelphia per conoscere la famiglia della donna che gli ha rubato il cuore.

I due si fidanzano nel gennaio del 1956 e l’uomo dona alla sua futura sposa un anello firmato Cartier con un diamante centrale (taglio smeraldo da 10,47 carati) e due laterali taglio baguette inseriti in una montatura di platino. Piccola nota curiosa? Grace Kelly non si separa un solo istante dal prezioso gioiello e lo indossa anche nel corso delle riprese del film ‘Alta società’ (è diventata famosa la scena in cui la giovane, che interpreta Tracy Samantha Lord, si stira nel letto e lucida la pietra con il lenzuolo di seta per farla brillare di più).

Grace Kelly e Ranieri III di Monaco si uniscono in matrimonio il 19 Aprile 1956 nella Cattedrale dell’Immacolata Concezione di Monaco. La sposa indossa un abito da sogno realizzato per lei dalla costumista e amica hollywoodiana Helen Rose (premio Oscar per Piangerò domani). Lo stile inconfondibile di Grace venne reinterpretato per il suo vestito da sposa. Il vestito, composto da 10 parti diverse unite tra di loro grazie al lavoro di 35 sarte, consta di una gonna color avorio comprensiva di 3 sottovesti e un corpetto in pizzo antico (modificato più volte fino all’ultimo per renderlo perfettamente aderente al corpo di Grace). Il velo, realizzato con un pizzo molto sottile, viene ornato con trine e perline e trattenuto sulla testa con un copricapo da Giulietta.

Grace raggiunge la chiesa con una Rolls-Royce bicolore scoperta (regalo dei sudditi monegaschi). Tiene tra le mani un bouquet di mughetti (deposto successivamente nella Chiesa di Santa Devota). Ranieri III non attende, come da protocollo la futura sposa all’altare, ma viene scortato dal nunzio apostolico e dal suo aiutante di campo; indossa l’uniforme che lui stesso ha provveduto a disegnare (prende spunto dalle divise dei marescialli di Napoleone) e appare visibilmente emozionato. I neo sposi, al termine della cerimonia, vengono accolti sul sagrato della chiesa da una pioggia di petali di rosa lanciati dall’aereo di Aristotele Onassis.

Il tragico incidente e la morte di Grace Kelly

Grace Kelly, divenuta ormai principessa, dice addio al mondo del cinema per vestire alla perfezione il duplice ruolo di moglie e madre; dalla sua unione con Ranieri III nascono, difatti, Carolina, Alberto e Stephanie. Gli anni trascorrono felici, ma il destino non è propriamente generoso con la giovane coppia. Il 13 Settembre 1982 Grace è vittima, insieme alla figlia più piccola, di un grave incidente stradale: la principessa, di ritorno dalla residenza estiva di Roc Agel, si trova alla guida della propria auto (Rover 3500 V8 S) quando ne perde improvvisamente il controllo. La macchina sfonda il muretto di protezione, scivola nella scarpata, si capovolge più volte e termina la sua corsa nel giardino della villa Jean Pierre.

Stephanie riporta alcune gravi fratture, mentre le condizioni della madre appaiono fin da subito disperate. La donna, immediatamente trasferita all’ospedale di La Colle, viene operata dal professor Jean Duplay; ogni tentativo di salvarla è, però, vano perché l’emorragia cerebrale è troppo estesa. Grace Kelly muore il 14 Settembre 1982 e le sue esequie si tengono quattro giorni dopo nella cattedrale di Monaco al cospetto di famiglia, sudditi e celebri personalità come Diana Spencer, Nancy Reagan, Cary Grant. La salma viene tumulata nel deambulatorio in marmo della Cattedrale di San Nicola e riposa, ancora oggi, vicino al consorte Ranieri III deceduto nel 2005.