Gran Bretagna, 1 miliardo di sterline per aziende colpite da variante Omicron

·1 minuto per la lettura
Una bandiera britannica a Kilmarnock, Scozia

LONDRA (Reuters) - La Gran Bretagna ha annunciato oggi 1 miliardo di sterline in supporto per le attività maggiormente colpite dall'ondata di casi generata dalla variante Omicron, che ha travolto il settore dell'ospitalità del paese, insieme ad altre attività.

Il ministro delle Finanze Rishi Sunak ha detto di essere sicuro che le misure aiuteranno centinaia di migliaia di famiglie. Ma ha aggiunto che risponderà "proporzionalmente e in maniera appropriata" se il governo dovesse imporre ulteriori restrizioni per rallentare la variante Omicron, che potrebbero colpire ulteriormente l'economia.

Grazie al supporto annunciato oggi, le aziende dell'ospitalità e del tempo libero in Gran Bretagna potranno ricevere fino a 6.000 sterline per ognuna delle proprie strutture, per un totale di quasi 700 milioni di sterline nel nuovo pacchetto di aiuti.

Gli assegni sono equivalenti a quelli garantiti alle strutture ricettive quando sono rimaste completamente chiuse quest'anno, ha detto il ministero delle finanze.

Un fondo a supporto delle organizzazioni culturali sarà incrementato di 30 milioni di sterline, mentre 100 milioni di sterline saranno concesse alle autorità locali in Inghilterra per supportare le attività economiche, e 150 milioni andranno ai governi di Scozia, Galles e Irlanda del Nord.

Il ministero ha aggiunto che coprirà i costi dell'assenza per malattia dovuta al Covid, fino a due settimane per impiegato, per le piccole e medie imprese in tutta la Gran Bretagna.

Londra ha chiesto in prestito oltre 300 miliardi di sterline lo scorso anno finanziario, per aiutare a tamponare il colpo subito dall'economia a causa del coronavirus e dei lockdown imposti dal governo.

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli