In Gran Bretagna calano ancora contagi, morti e ricoveri

·1 minuto per la lettura
Britain's Prime Minister Boris Johnson speaks during a virtual press conference to update the nation on the status of the Covid-19 pandemic, in the Downing Street briefing room in central London on January 4, 2022. - British hospitals have switched to a
Britain's Prime Minister Boris Johnson speaks during a virtual press conference to update the nation on the status of the Covid-19 pandemic, in the Downing Street briefing room in central London on January 4, 2022. - British hospitals have switched to a

Prosegue nel Regno Unito il calo dei contagi quotidiani da Covid, scesi ulteriormente nelle ultime 24 ore fino a 70.924 secondo i dati ufficiali resi noti oggi su una media settimanale di circa 1,5 milioni di test al giorno: vale a dire il minimo da oltre un mese. In discesa anche i morti, fermi a quota 88 (seppure alleggeriti di domenica da qualche parziale ritardo statistico), e il totale dei ricoveri negli ospedali.

Segnali che confermano l’apparente superamento nel Regno dell’ondata di casi alimentati dalla variante Omicron, ottenuto grazie a un’accelerazione record in Europa delle terze dosi booster dei vaccini e senza la reintroduzione di restrizioni pesanti in Inghilterra da parte del governo di Boris Johnson. Il premier appare adesso intenzionato a revocare dal 26 gennaio pure l’indicazione dello smart working generalizzato, ripristinato da metà dicembre, e l’obbligo del Green Pass vaccinale richiesto in queste settimane solo per l’accesso alle discoteche o agli eventi collettivi di massa.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli