Gran Bretagna, inflazione sale a 2,5%, massimi di quasi 3 anni

·1 minuto per la lettura
Una bandiera della Gran Bretagna a Londra

di David Milliken

LONDRA (Reuters) - L'inflazione britannica è balzata oltre il target di giugno della Bank of England, toccando il 2,5%, ai massimi da agosto 2018 e in rialzo dal 2,1% di maggio, spostando il focus del piano Boe sul mantenimento dell'ingente programma di stimolo.

I dati ufficiali hanno mostrato che i prezzi più alti per prodotti alimentari, carburante, auto usate, capi d'abbigliamento e calzature hanno stimolato l'inflazione a giugno, con il rimbalzo dell'economia dopo la recessione durante i lockdown, secondo quanto comunicato dall'Office for National Statistics.

Il dato è superiore alle attese degli economisti intervistati da Reuters, che avevano previsto un'inflazione dei prezzi al consumo al 2,2% su base annuale.

In seguito alla pubblicazione dei dati, la sterlina è salita contro il dollaro Usa.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in Redazione a Roma Francesca Piscioneri)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli