Gran Bretagna ha informato Ue di decisione per commercio post-Brexit a inizio settimana - portavoce Johnson

·1 minuto per la lettura
La bandiera britannica e quella della Ue presso la sede della Commissione europea a Bruxelles

LONDRA (Reuters) - La Gran Bretagna ha notificato ufficialmente all'Unione europea all'inizio di questa settimana la decisione di estendere il periodo di transizione per alcuni beni destinati all'Irlanda del Nord per cercare di facilitare il commercio post-Brexit.

Lo ha riferito oggi il portavoce del primo ministro Boris Johnson.

"Abbiamo informato la Commissione europea a livello ufficiale all'inizio di questa settimana, abbiamo anche informato il governo irlandese all'inizio di questa settimana, e poi ieri sera Lord Frost nella chiamata con Sefcovic ovviamente ne ha discusso a lungo e ne ha esposto la logica e le ragioni", ha detto il portavoce, riferendosi alle discussioni tra David Frost, responsabile delle relazioni con la Ue, e il vicepresidente della Commissione europea Maros Sefcovic.

Il portavoce ha negato che la mossa possa costituire una violazione dell'accordo commerciale con la Ue, affermando: "Questi tipi di misure operative hanno ottimi precedenti, sono comuni in altri accordi commerciali internazionali e sono del tutto coerenti con la nostra intenzione di adempiere in buona fede agli obblighi del protocollo".

((Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Roma Stefano Bernabei, alice.schillaci@thomsonreuters.com, +48587696614))