Gran Bretagna, premier Johnson affronta voto di fiducia dopo "partygate"

Il primo ministro britannico Boris Johnson durante le cerimonie per il Giubileo di Platino della Regina Elisabetta II a Londra

LONDRA (Reuters) - Il primo ministro britannico Boris Johnson dovrà affrontare nel corso della giornata di oggi un voto di fiducia da parte dei membri del partito conservatore al governo.

Lo ha stabilito Graham Brady, presidente del Comitato del 1922.

"La soglia del 15% del partito parlamentare che ha richiesto un voto di fiducia nei confronti del leader del Partito Conservatore è stata superata", si legge in una nota inviata ai membri del partito.

Brady ha aggiunto che il voto si terrà tra le ore 19,00 e 21,00 italiane.

"I voti saranno contati subito dopo. Un annuncio sarà fatto in un momento da comunicare", ha detto Brady.

Johnson, nominato primo ministro nel 2019, ha subito crescenti pressioni, non riuscendo a superare le conseguenze di un resoconto che documentava festini a base di alcol a Downing Street, mentre la Gran Bretagna era sottoposta a rigide misure di lockdown contro il Covid-19.

Diversi membri del Partito Conservatore hanno espresso timori che Johnson, 57 anni, non abbia più l'autorità per governare la Gran Bretagna, alle prese con un rischio di recessione, l'aumento dei prezzi del carburante e dei prodotti alimentari e il caos degli spostamenti nella capitale londinese, causato da diffusi scioperi.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Stefano Bernabei)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli