Gran Bretagna: record di 874 mila vaccinazioni in un solo giorno

·1 minuto per la lettura
Vaccino Covid, i dati della Fondazione Gimbe
Vaccino Covid, i dati della Fondazione Gimbe

La campagna vaccinale contro il Covid in Regno Unito continua a procedere a ritmi spediti: nella giornata di sabato 20 marzo si è registrato il record di 874 mila somministrazioni pari a 27 iniezioni al secondo.

Vaccini in Regno Unito: 27 dosi al secondo

Già venerdì 19 marzo la campagna aveva raggiunto livelli altissimi arrivando a toccare le 711.156 dosi inoculate. Ma il giorno successivo le vaccinazioni sono aumentate di più di 100 mila unità, numeri che permettono di avere più di metà della popolazione adulta con almeno una dose inoculata. Gli effetti di tale sforzo sono visibili dal sempre più ridotto numero di vittime registrate giornalmente, che una settimana fa erano 52 mentre domenica 21 ammontavano a 33.

Anche i ricoveri in ospedale sono drasticamente diminuiti. Attualmente i pazienti ospedalizzati sono 987 contro i 5 mila ricoveri giornalieri registrati durante il picco della pandemia a metà gennaio. Numeri che confermano i risultati degli studi inglesi secondo cui con una sola dose di vaccino il rischio di contagio per una persona si riduce del 60%, quello di essere ricoverati si abbatte dell’80% e quello di morte dell’85%. Cifre che salgono esponenzialmente, fino al 100%, con la somministrazione della seconda dose per ciò che concerne decessi e ricoveri.

La strategia della Gran Bretagna prevede la priorità di vaccinazione ad anziani, pazienti delle case di riposo, persone fisicamente fragili e con patologie pre-esistenti, infermieri, medici e poliziotti. Un approccio differente da quello italiano, che sta invece privilegiando anche altre categorie come gli insegnanti e dove ci sono ancora migliaia di over 90 che attendono la prima dose di vaccino.