Gran Bretagna, stop quarantena a viaggiatori vaccinati per aiutare compagnie aeree

·1 minuto per la lettura
Aerei Virgin Atlantic all'aeroporto di Heathrow

LONDRA (Reuters) - Il ministro dei Trasporti britannico Grant Shapps dovrebbe definire in giornata i dettagli del piano per revocare la quarantena per i viaggiatori completamente vaccinati che tornano dai Paesi a medio rischio, una decisione che rappresenterà un'enorme spinta per le compagnie aeree.

Alle 12,30 italiane, Shapps dovrebbe rilasciare una dichiarazione alla Camera dei Comuni sulle modifiche alle disposizioni sui viaggi che si applicheranno all'Inghilterra.

Le regole attuali stabiliscono che coloro che tornano in Gran Bretagna da quelle che prima della pandemia erano le principali destinazioni - Spagna, Francia, Stati Uniti e Italia - devono autoisolarsi per 10 giorni, riducendo notevolmente la richiesta di viaggiare.

Ma, secondo le previsioni, Shapps dovrebbe dire che chi ricevuto entrambe le dosi del vaccino e torna dai Paesi a medio rischio in "zona gialla" non avrà più l'obbligo di quarantena da fine luglio. In Gran Bretagna, circa il 65% degli adulti è completamente vaccinato.

È probabile che il ministro dica che questi viaggiatori devono ancora sottoporsi a test Covid-19 al loro ritorno e che fornisca dettagli su come i minori di 18 anni, che non sono ancora stati vaccinati in Gran Bretagna, potranno viaggiare con i loro genitori senza obbligo di quarantena.

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Roma Francesca Piscioneri)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli