Grande preoccupazione sul golfo di Corinto

·2 minuto per la lettura
Incendio Grecia
Incendio Grecia

Un terribile incendio in Grecia sta facendo molto preoccupare, da mercoledì sera. Le fiamme sono ancora da domare e hanno avvolto il bosco sul Golfo di Corinto. L’incendio ha costretto centinaia di persone ad abbandonare le proprie case e i villaggi coinvolti sono 17.

Incendio in Grecia: fiamme da domare

Le fiamme che stanno avvolgendo il Golfo di Corinto in Grecia devono ancora essere domate. Da molte ore il bosco che si affaccia sul golfo continua a bruciare. Le immagini delle fiamme che avvolgono gli alberi sono davvero sconvolgenti e i vigili del fuoco stanno lavorando senza sosta per cercare di ripristinare la situazione. Per il momento non sono state segnalate vittime, ma le case bruciate sono decine e le persone evacuate centinaia. “La notte sarà dura. Stiamo combattendo una lotta in condizioni difficili” ha spiegato Nikos Hardalias, viceministro della Protezione civile.

Incendio in Grecia: la situazione

La situazione continua ad essere molto preoccupante e ci sono centinaia di persone che hanno dovuto abbandonare le proprie case, alcune delle quali sono bruciate durante l’incendio. I funzionari locali hanno fatto sapere che per il momento sono al lavoro decine di camion dei vigili del fuoco, 17 aerei e tre elicotteri. Stanno cercando di contenere le fiamme nella Regione di Corinto, che si trova a circa 80 chilometri da Atene. La situazione non sta toccando solo i residenti, che al momento sono davvero disperati, ma anche i turisti. Sono tantissime le persone che si erano recate in Grecia, nella zona, per trascorrere qualche giorno di vacanza. Sono stati tutti costretti a lasciare le proprie case di vacanza durante la notte. Sono stati, inoltre, evacuati anche due monasteri.

Incendio in Grecia: da chiarire la causa

Questo è il primo incendio boschivo di questa stagione e per il momento non accenna a fermarsi. Le fiamme non sono ancora state contenute e la situazione è sempre più difficile. Le autorità non hanno ancora completato la valutazione dei danni e degli ettari di bosco coinvolti nell’incendio. Inoltre, la causa è ancora da chiarire. Secondo il ministro sarebbero quasi 20 i chilometri quadrati di pinete che sono già stati distrutti durante l’incendio, che si è sviluppato su una catena montuosa sul Golfo di Corinto. Le fiamme sono alimentate dai forti venti che soffiano nella zona.