Grandi cambiamenti per le scommesse sportive online: dal divieto al 5G entro i Mondiali 2022

webinfo@adnkronos.com

Brescia, 19/12/2019 - Il 2019 doveva essere un anno di grandi cambiamenti nel panorama delle scommesse online. Di mezzo c'è stato quel Decreto Dignità approvato dal Governo e attivo dal 14 luglio che, dapprima ha spaventato un po' tutto il settore, e poi si è concluso con il semplice divieto di pubblicizzare i siti di scommesse. 

Le conseguenze del Decreto Dignità 

Nato con il proposito di contrastare la ludopatia, in realtà è stato applicato solo alle scommesse online e non in agenzia, nonostante le prime rappresentino solamente il 7% del ricavato dal gioco. 

Ma in termini pratici, cosa è cambiato? Sono spariti i banner pubblicitari dei brand di scommesse e le sponsorizzazioni, con una perdita di circa 200 milioni di euro l'anno per il calcio e la stampa italiana. 

I siti e i blog che parlano di betting e che presentano siti scommesse con licenza dell'ADM (ex AAMS) non possono più permettersi di “invitare a registrarsi al tal portale” ma devono limitarsi a informare l'utente sui benefit (bonus di benvenuto, promozioni) ma anche sui rischi che il gioco online comporta. 

Non bisogna in nessun modo incitare al gioco, ma presentarne le caratteristiche con tono informativo, neutrale e imparziale. In caso contrario, la pena parte da una multa di minimo di 50.000 euro, mentre i controlli sono assegnati all'AGCOM, all'ADM e alla Guardia Di Finanza. 

Come hanno reagito i blog che fondano il proprio business sul betting? Di fatto stanno cercando strade alternative per poter lavorare comunque nei limiti del consentito e nell'assoluto rispetto delle nuove norme. 

Come il 5G influenzerà le scommesse da mobile 

Ma l'anno che sta per concludersi non è da intendersi così negativo per le scommesse sportive. In Italia si stanno già facendo prove di connessione 5G in alcune città (per la precisione, Milano, Bari, L'Aquila, Matera e Prato) come da richiesta dell'Unione Europea. 

La connessione ultra veloce porterà conseguenze molto positive, ma è anche vero che si dovranno utilizzare nuovi smartphone che la supportino. Considerando che oggi, almeno la metà degli scommettitori piazza le proprie puntate da dispositivi mobili, è chiaro che il 5G rappresenta un'opportunità davvero importante. 

Che cosa cambierà nello specifico? Il 5G permetterà la connessione simultanea di molti più smartphone, con una latenza bassissima (ultra velocità). In più chi non riuscirà ad andare allo stadio, potrà seguire le partite in diretta streaming di alta qualità e scommettere in tempo reale su ciò che succede nel match. 

Potrebbero anche nascere partnership tra fornitori di servizi telefonici e bookmaker per proporre al pubblico offerte particolari. Le leghe sportive potrebbero sfruttare la potenza del 5G applicando dei sensori agli indumenti tecnici degli atleti in modo da ricevere in diretta dati sulla loro performance (velocità, resistenza). 

Questi dati potrebbero essere utilizzati dai coach e dagli atleti stessi per migliorarsi: le possibilità sono infinite. Il problema, a questo punto, potrebbe essere solamente quello di convincere gli utenti a “liberarsi” del proprio smartphone per acquistarne uno “5G friendly”. Uno scoglio non da poco, considerando che in media oggi, una persona non cambia cellulare prima che siano passati almeno tre anni di utilizzo. 

Come cambiano le competizioni storiche: gli Europei del 2020 

La sedicesima edizione degli Europei di Calcio, sarà la seconda con fase finale a 24 squadre e la prima in assoluto senza una sede unica. Se fino ad ora la competizione si giocava in un determinato paese scelto dall'UEFA, nel 2020 assisteremo alla prima versione itinerante del torneo. 

Sono state scelte 12 città e assegnate a coppie ai sei gironi. Ad esempio, l'Italia, che è inserita nel Gruppo A insieme a Turchia, Galles e Svizzera e giocherà tutte le partite a Roma, all'Olimpico, perché l'Azerbaijan non si è qualificato e la seconda città prevista per quel girone era proprio Baku, la sua capitale. 

Le altre sono: Copenaghen, San Pietroburgo, Bucarest, Amsterdam, Londra, Glasgow, Dublino, Bilbao, Monaco di Baviera e Budapest. Sappiamo già che la fase finale, ovvero semifinali (7 e 8 luglio 2020) e finale (12 luglio 2020) si giocheranno a Londra, mentre i quarti saranno giocati a Monaco, San Pietroburgo, Roma e Baku. Gli ottavi invece si terranno nelle 8 città restanti. 

Il rivoluzionario Mondiale 2022 in Qatar 

Grandi cambiamenti anche per il torneo più importante del calcio mondiale, l'edizione 2022 della Coppa del Mondo, che si terrà nel piccolo Qatar, terra di petrolieri, turismo e infrastrutture all'avanguardia. 

Per la prima volta nella storia, la Coppa si giocherà in inverno, dal 21 novembre al 18 dicembre 2022. Ma non è tutto: c'è una proposta che prevede di distribuire i match del giorno su quattro diverse fasce d'orario che sarebbero le ore 13, 16, 19 e 22 locali. In realtà per ora le partite giornaliere sono tre, ma forse diventeranno quattro se verranno approvati questi orari. 

Questo come si traduce per gli spettatori italiani? Le ore 13 in Qatar sono le 11 di mattina in Italia, le 16 sono le 14, le 19, le 17 e le 22, le ore 20 da noi. Con un Mondiale invernale, si dovranno fermare tutti i campionati e le Coppe Europee, Sudamericane e Asiatiche, solo perché in Qatar il clima è più mite a fine anno. 

Per concludere 

Per tirare le somme, i punti chiave del prossimo biennio per le scommesse online saranno una sempre più costante diffusione delle puntate da mobile, favorite anche dall'imminente arrivo delle connessioni ultra-veloci 5G e un approccio verso i nuovi utenti più informativo, responsabile e meno promozionale. 

Focus quindi sui grandi appuntamenti calcistici: in primis gli Europei del 2020 e a seguire i Mondiali invernali organizzati in Qatar, che forse permetteranno già di sfruttare le nuove connessioni mobili per puntare sugli azzurri. 

Per informazioni: 

Empire Srls è un'azienda di web marketing specializzata nel settore del betting online che riserva 

particolare attenzione al nuovo Decreto Dignità e alle linee guida dettate da AGCOM. Con un 

esperienza ormai decennale, il team è in continua evoluzione per soddisfare al meglio le esigenze 

degli utenti alla ricerca di piattaforme di betting sicure e affidabili. 

tel: 030 553 2421 

e-mail: empiresrls78@gmail.com