Grandi opere, per ministero Ambiente serve Valutazione ambientale strategica su metanodotto Larino-Chieti

ROMA (Reuters) - Il ministero dell'Ambiente ritiene che il progetto definitivo del metanodotto che deve essere realizzato da Società Gasdotti Italia in Abruzzo va sottoposto alla Valutazione ambientale strategica, e su questo ha chiesto un parere all'Avvocatura dello Stato.

Lo dice una nota firmata dallo stesso ministro Sergio Costa.

"Siamo stati interessati dal Ministero dello Sviluppo economico circa il metanodotto Sgi della tratta abruzzese. Ci è stato chiesto un parere circa l'assoggettabilità a Vas, Valutazione ambientale strategica, del progetto definitivo", dice il ministro nel comunicato.

Il progetto in questione è il Larino-Chieti, un impianto di 111 km che collega Larino, in Molise, con il capolugo abruzzese, che fa parte della cosiddetta dorsale adriatica e il cui progetto è stato autorizzato a fine giugno dal Mise.

"Considerando la fragilità del territorio, che è fortemente sismico, e l'impatto dell'opera, dopo un'attenta analisi da parte del nostro ufficio legislativo, riteniamo che la Vas sia necessaria e non è stata effettuata. Chiederemo inoltre su questo anche un parere da parte dell'avvocatura dello Stato".

"Numerosi comitati, singoli cittadini, ci stanno sensibilizzando circa l'impatto del metanodotto - conclude il ministro Costa - siamo persuasi che occorra approfondire le valutazioni ed è quello che stiamo facendo", conclude Costa.


Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia