Grandine, fulmini e danni: il maltempo piega il Centro Nord

no credit

AGI - Il maltempo si abbatte sul Nord e sul Centro Italia causando danni e disagi. Tra questa notte e la prima parte della mattina, problemi in diverse regioni. In Trentino alto Adige si vede anche la prima nevicata, con fiocchi a 3.200 metri sulle montagne della Val Martello a ridosso del ghiacciaio del Cevedale e dell'Iceman Oetzi Peak in Val Senales. Uno smottamento ha poi interrotto per alcune ore il traffico sulla Gardesana occidentale nella zona di Terlago e molte le chiamate per allagamenti, piante cadute .

Squadre al lavoro anche per ripristinare l'area danneggiata dalla straripamento del Rio freddo e del Rio sciliar nella zona di Fiè allo Sciliar. In Piemonte, tetti divelti e alberi abbattuti nella zona Ovest della provincia di Vercelli questa notte, nonchè pali pericolanti o finiti sulla sede stradale del Comune di Bianzè in Valsesia, dove il vento è arrivato fino a quasi 100 km l'ora.

Nel Biellese non sono mancate una tempesta di fulmini, pioggia e grandine, con oltre 30 interventi dei vigili del fuoco. La zona più colpita è quella che comprende i comuni di Lessona, Cossato, Ternengo, Valdilana (Valle Mosso e Soprana), Casapinta e Mezzana Mortigliengo, con piante abbattute, tegole volate via e 10 pali telefonici lungo la strada Trossi, prima del cimitero comunale; un fulmine a Vigliano Biellese ha lasciato senza corrente e diverse abitazioni.

In Liguria l'allerta si chiude alle 12 e non alle 15 come era stato anunciato dalla Protezione civile, ma le piogge sono state abbondanti questa notte nello Spezzino; a Busalla, in particolare, in mezz'ora sono caduti 24,4 mm di pioggia. Sono poi sinora 50 gli interventi dei vigili del fuoco in Lombardia tra Como e Lecco per la grandine e nubifragi.

La statale 36 del Lago è rimasta chiusa diverse ore per l'allagamento di una galleria. Sempre tra Comasco e Lecchese, le coltivazioni di ortaggi sono state danneggiate dalle grandine e diversi animali sono tuttora dispersi in montagna. Una tromba d'aria ha interessato il lago di Garda nel lato veneto, a Peschiera, ma i danni sono contenuti perchè ha imperversato all'interno del lago e non ha toccato le sponde.

In Toscana, bomba d'acqua su Livorno e i comuni limitrofi, con 118 mm di pioggia in poco tempo registrati dal pluviometro di Corbolone, decide di interventi dei pompieri per alberi e rami in strada, tegole dei tetti divelte e per il crollo di un camino. Tempesta di fulmini e poi interessato Grosseto e Siena.