Gratta e Vinci ritrovato in una banca in Lazio, il tabaccaio: "E' mio"

·1 minuto per la lettura
Gratta e Vinci trovato a Latina
Gratta e Vinci trovato a Latina

Il Gratta e Vinci da 500 mila euro che il tabaccaio del quartiere napoletano di Materdei avrebbe rubato all’anziana vincitrice è stato ritrovato in una banca di Latina. A depositarlo è stato lo stesso uomo che, accusato di averlo sottratto alla donna per poi tentare di fuggire in Spagna, ha provato comunque a difendersi ritenendo di essere la vittima della vicenda.

Gratta e Vinci trovato a Latina

Secondo quanto ricostruito l’uomo avrebbe depositato il tagliando nella banca aprendo anche un conto corrente apposito prima di recarsi a Fiumicino e imbarcarsi su un aereo per Fuerteventura, località turistica delle isole Canarie. Proprio qui la Polizia di Frontiera lo ha fermato e il tabaccaio ha provato a difendersi prima spiegando di non avere con sé il Gratte e Vinci e poi rivendicandone la proprietà.

Dal sequestro e dalle perizie sul suo cellulare sono però emersi i passaggi che ricostruivano il percorso a ritroso fatto dall’uomo, compresa l’apertura del conto in una banca di Latina dove le forze dell’ordine hanno ritrovato il biglietto depositato in una cassetta di sicurezza. Sempre a Latina era risultato che l’uomo avesse fatto il biglietto per le isole Canarie.

Gratta e Vinci trovato a Latina, il tabaccaio: “Denuncio la signora”

L’uomo ha però tentato di difendersi fino all’ultimo spiegando ai poliziotti di voler denunciare la signora stessa per calunnia continuando ad assumere che il biglietto vincente fosse di sua proprietà. Gli inquirenti però non gli hanno creduto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli