Grazie all'ibrido in 2019 miglior risultato di sempre per Suzuki Italia

webinfo@adnkronos.com

Per Suzuki Italia il 2019 è stato, grazie al contributo della gamma ibrida, un anno record sia in termini di volumi che di quota di mercato. Grazie alle 4.083 immatricolazioni registrate in dicembre - pari al +67,3% rispetto all’ultimo mese del 2018 - le vendite totali della Casa di Hamamatsu nel 2019 sul mercato italiGrazie all'ibrido ano hanno toccato la cifra record di 38.273 unità con un aumento del 16,2% sui volumi del 2018, che a loro a volta avevano fatto registrare un progresso del 5,9% sul 2017. Il tutto - va ricordato - in un mercato italiano sostanzialmente stabile (+0,3%).  

Con questo risultato Suzuki ha portato la sua quota in Italia su base annua per la prima volta al 2,0%, il miglior valore di sempre e in forte espansione rispetto all’1,7% che aveva fissato il record precedente alla fine del 2018. In appena sei anni, dunque, i volumi del Marchio Suzuki in Italia, si sono quasi triplicati (nel 2013 le immatricolazioni furono 13.942) grazie a una doppia offensiva di prodotto e di marketing. 

In particolare la casa giapponese ha tratto profitto dalla crescita del mercato delle auto ibride passate dalle 87.190 unità del 2018 alle 116.327 del 2019 (+33,4%) e si è confermata in questo segmento secondo costruttore in Italia, con una crescita del 39,63% rispetto all'anno precedente.  

Nella top ten delle ibride spiccano la Ignis (alla sesta posizione con 4.601 esemplari) mentre la Swift è nona con 4.259 unità. Peraltro per quest'ultima le versioni Hybrid incidono per il 62,8%, mentre per Ignis la quota è al 52,8%. A livello aggregato, invece, è ibrido ben il 27,5% delle Suzuki immatricolate in Italia nel 2019 (+22,9%). 

Ma risultati positivi sono arrivati anche dagli altri modelli con la Vitara (9.992 unità) mentre la S-Cross è cresciuta del 14,7% raggiungendo le 3.280 unità immatricolate nel 2019. Quanto alla nuova generazione del Jimny ha chiuso con 3.778 immatricolazioni, il massimo consentito dalla capacità produttiva della fabbrica. 

Sull’onda di questi risultati, Suzuki Italia punta nel 2020 a confermare i risultati grazie all'ampliamento della gamma Hybrid che passerà da 3 a 6 modelli, alcuni in abbinamento anche alla trazione integrale AllGrip.