Grazie a Immuni scoperti contatti con infetti ad Ascoli e Macerata

app immuni marche

L’App Immuni inizia a dare i primi risultati del suo funzionamento: nel secondo giorno in cui è attiva in tutta Italia ha segnalato a due persone delle Marche che sono entrate in contatto con persone risultate positive al coronavirus. Le autorità sanitarie procederanno quindi con l’effettuazione dei tamponi per verificare se è avvenuto il contagio.

App Immuni: segnalazioni nelle Marche

Si tratta di un cittadino residente nella provincia di Ascoli Piceno e di un altro della provincia di Macerata. Grazie al fatto che entrambi (e l’infetto) avevano scaricato il software sul proprio dispositivo, hanno ricevuto la notifica che li informava del fatto che erano entrate a contatto con una persona positiva al virus.

Per entrambi il medico di famiglia e il dipartimento di prevenzione hanno eseguito la procedura di registrazione per via telematica e svolto le procedure di analisi epidemiologica. Ora i due cittadini dovranno effettuare il test diagnostico che chiarirà se sono rimaste vittima del contagio oppure no.

Dopo questo fatto il governatore delle Marche Luca Ceriscioli ha sottolineato l’importanza dell’attivazione dell’app come supporto per la lotta al coronavirus. Il download ha infatti permesso di verificare che la macchina sanitaria funziona in tutti i suoi percorsi. “Questo ci dimostra ancora una volta come il senso di responsabilità e di collaborazione dei cittadini sia fondamentale per contenere il virus individuando tutte le possibili fonti di contagio e, quindi, garantire livelli sempre più alti di sicurezza sanitaria“, ha affermato in una nota.